Riti Voodoo

Cosa sono i riti voodoo? La parola viene dall’africano vodu, che sta per “spirito”, “divinità”. Si tratta di una religione tra le più antiche esistenti al mondo; si è “evoluta” poi tra i Seicento e il Settecento in Africa e nell’America Latina, come continuazione del culto originario.

I riti voodoo fanno parte di questa religione, che a differenza di quel che si ritiene comunemente è una religione a tutti gli effetti e non una mera pratica di magia nera. Oggi il voodoo è praticato da oltre sessanta milioni di persone nel mondo, e figura come religione ufficiale del Benin.

In cosa consistono i riti voodoo?

La religione dei riti voodoo è molto conosciuta anche a livello popolare, e viene associata soprattutto ai rituali voodoo praticati con la bambola, nella quale vengono infilzati degli spilli come parte del rito. Il concetto principale del voodoo è quello di anima, distinta in due parti: una parte, più “materiale”, sarebbe quella che si separa dal corpo soltanto nel momento della morte.

riti voodoo

Ma c’è un’altra parte, più sottile, che si separa più volte dal corpo, anche durante il sonno: su questa parte sarebbe possibile agire, attraverso riti voodoo o rituali di magia nera, per impossessarsene e spingerla a compiere atti che non vorrebbe, o addirittura rendendo la persona che la possiede un vero e proprio zombie.

Riti voodoo per fare innamorare

I riti voodoo possono anche essere magia fatta allo scopo di fare innamorare. La religione voodoo accetta infatti che si possa provare amore per un’altra persona che non ci considera, e in tal modo effettuare potenti rituali voodoo per fare innamorare.

Nei riti voodoo più “famosi” (ma forse sarebbe meglio dire: famigerati) una bambola viene utilizzata come incarnazione delle fattezze dell’altra persona, e quindi usata per fare una fattura (spesso a morte) ai danni dell’avversario. La magia praticata con la bambola è uno dei riti voodoo entrato a far parte della cultura popolare.

Nella religione voodoo o vudù, spesso il sacerdote cerca di proteggere l’affatturato o la vittima di un maleficio creando una specie di amuleto (vaso della testa) entro il quale racchiudere l’anima sottile del malcapitato (il piccolo angelo guardiano) per impedire che un altro possa appropriarsene tramite le arti e i malefici dei riti vudù.

Riti voodoo: cosa sono realmente?

I riti voodoo sono potenti riti di magia nera, e possono essere effettuati per gli scopi più disparati: per tenere lontani i nemici, per vendicarsi di un rivale in amore o sul lavoro, per lanciare una maledizione. Nella magia voodoo i rituali funzionano e spesso vengono usati allo scopo di vendicarsi e restituire al mittente le sofferenze che abbiamo dovuto patire. Spesso i rituali voodoo vengono dunque utilizzati per punire chi ci ha fatto un torto, anche se le persone più serie rifiuteranno di effettuare vere e proprie fatture a morte contro chicchessia.

Rituali voodoo con le bambole

Il voodoo è attualmente praticato maggiormente in Africa, in regioni come il Benin e la Nigeria, e in Brasile. Anche ad Haiti, il vudù è ormai assurto al rango di religione ufficiale. Qui la magia del voodoo viene utilizzata in pratiche e rituali, per fare innamorare un’altra persona per esempio, legando il vudù a pratiche di magia rossa. Ciò accade perché i riti voodoo in amore sono molto potenti e funzionano; però, come per ogni tipo di rituale, bisogna prima capire effettivamente se è il caso di effettuare o no il legamento d’amore.

In alcuni casi, ad esempio, per alcuni operatori che praticano la magia del voodoo il rituale non dovrebbe essere praticato. Ad esempio, a volte la persona che vogliamo legare a noi non è quella giusta; in quel caso, l’operatore o l’operatrice esoterica seria sceglierà di non effettuare il rituale.

Call Now ButtonChiama Amalia Adesso!